Lettera al direttore. Le manifestazioni podistiche amatoriali nel Salento.

Lettera al direttore. Le manifestazioni podistiche amatoriali nel Salento.
Sig. Direttore,
questa volta non voglio parlare di disfunzioni della pubblica amministrazione o di storie di ingiustizie ed illegalità, ma voglio segnalarle quanto di buono si è fatto quest’estate in Salento per incentivare lo sport accessibile a tutti. La corsa su strada o campestre inferiore ai 10 km, limite consentito per le gare amatoriali.
Le voglio parlare delle manifestazioni podistiche amatoriali che si sono tenute nei nostri comuni salentini, di cui nessuno parla e che meritano di essere pubblicizzate, affinchè possano avere successo e continuare ad esistere ed a moltiplicarsi. Perché in ogni comune vi sono gli amatori della corsa. Sport di singoli e di sofferenza. Per questo tengo particolarmente tanto al suo riscontro.
Degli sport professionistici o dilettantistici incardinati nel sistema di federazioni sottoposte al Coni parlano le testate giornalistiche specializzate.
Io voglio usare la sua ospitalità ed il suo giornale per ringraziare la capacità ed il coraggio degli organizzatori delle gare amatoriali domenicali. Almeno di quelle a cui io ho partecipato come cinquantenne. Gare molto diffuse, più di quello che ci si aspetti.
Un grazie va agli organizzatori delle gare amatoriali accessibili a tutti, che spesso, devono resistere alle minacce ed alle diffide della Fidal e degli enti affini, che vogliono il monopolio esclusivo delle gare accessibili solo ai loro tesserati. Per questo gli organizzatori sono obbligati a pianificare doppie gare: per i liberi e per i tesserati.
Dai giovanissimi agli anziani il numero dei partecipanti amatoriali a volte è scarno, a volte è elevato, ma è sempre una festa che si conclude con una premiazione per i primi e con una tavolata comune per tutti i partecipanti. Nascono amicizie, sicuramente non antagonismi, perché importante è partecipare e comunque vince chi merita. Il pubblico poi, lungo le vie, è entusiasta e incita i corridori.
Non si pensi che gli amatori podisti siano mediocri e più lenti rispetto ai tesserati. Non è così. Per esempio nella gara di Lecce tenuta nella serata e nella splendida cornice del centro storico con i turisti ad incitare, il vincitore della gara amatoriale dei 5,5 km, l’avv. Mirko Giangrande di Avetrana, ha sostenuto il tempo di meno di 19 minuti. 3 minuti circa a km. Sicuramente non superiore al vincitore della gara dei tesserati a squadre. Eppure non è stato premiato, perché non tesserato.
La mancata premiazione, però, è avvenuta solo a Lecce. Dove si è sentita anche la mancanza delle tv locali a testimoniare il bell’evento. Per il resto l’avv. Mirko Giangrande è stato sempre premiato sia che sia arrivato tra i primi tre come libero, sia che sia arrivato al podio entro le prime tre posizioni in assoluto. Così come Giovanni Leo di Sava, che con lui si alternava nelle prime posizioni di classifica.
Si ringraziano gli organizzatori dell’evento sportivo, il Sindaco che li ha autorizzati e sostenuti, i carabinieri ed i vigili urbani, l’immancabile protezione civile e le ambulanze delle associazioni locali:
del Comune di Monteparano (Ta) per la gara “Pappadai” di 6 km del 1 maggio 2014;
del Comune di Torricella (Ta) per la gara “StraTorricella” di 9 km del 2 giugno 2014 e “Corri tra i trulli” a Torre Ovo di 5,3 km del 5 luglio 2014;
del Comune di Avetrana (Ta) per la gara “StraAvetrana” di 10 km del 15 giugno 2014;
del Comune di Sava (Ta) per la gara “StraSava” di 10 km del 22 giugno 2014 e “CorriSava” serale di 4, 66 km del 20 luglio 2014;
del Comune di Galatone (Le) per la gara “StraGalatone” di 5 km del 29 giugno 2014;
del Comune di Lizzano (Ta) per la gara “CorriLizzano” di 5,8 km del 5 agosto 2014;
del Comune di Carosino (Ta) per la gara “Festa dello sport” di 8,14 km del 7 agosto 2014;
del Comune di Torre Santa Susanna (Br) per la gara “Oltre lo sport” di 6,5 km del 30 agosto 2014;
del Comune di Lecce per la Gara “CorriLecce” serale di 5,5 km del 7 settembre 2014.
E un ringraziamento per tutti coloro che in futuro le organizzeranno, vi parteciperanno e ne parleranno.
Perché lo sport, specialmente quello pulito, fa bene.
Dr Antonio Giangrande
Presidente dell’Associazione Contro Tutte le Mafie e di Tele Web Italia
http://www.controtuttelemafie.it e http://www.telewebitalia.eu
099.9708396 – 328.9163996
Autorizzati alla pubblicazione gratuita senza diritto di corrispettiva remunerazione.
PUOI TROVARE I LIBRI DI ANTONIO GIANGRANDE SU AMAZON.IT, CREATESPACE.COM O SU LULU.COM

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: